Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi

Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi

Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi

di Marco Martinelli

ideazione: Marco Martinelli ed Ermanna Montanari
con: Ermanna Montanari, Roberto Magnani, Alice Protto, Massimiliano Rassu

C’è qualcosa di scandaloso nella vita di Aung San Suu Kyi: la mitezza d’acciaio, la compassione, la “bontà”, un termine che avrebbe fatto storcere il naso a Bertolt Brecht.
La bontà intesa come la intende Aung San Suu Kyi, e come prima di lei una teoria di combattenti, da Rosa Luxemburg a Simone Weil, da Gandhi a Martin Luther King, da Jean Goss a Aldo Capitini (più i tanti, innumerevoli “felici molti” di cui ignoriamo il nome), è scandalo in quanto eresia, ovvero, etimologicamente, scelta: si sceglie di non cedere alla violenza, alla legge che domina il mondo, si sceglie di restare “esseri umani”: nonostante tutto.

———————————

La tournée
dal 18 novembre al 14 dicembre 2014, Teatro Rasi, Ravenna
dal 18 dicembre 2014 al 19 dicembre 2014, Teatro Storchi, Modena
21 febbraio 2015, Teatro al Parco, Parma
27 febbraio 2015, Palamostre, Udine
dal 3 marzo al 14 marzo 2015, Teatro Elfo Puccini, Milano