Il caso Lombroso · Massimo Popolizio

Il caso Lombroso

Massimo Popolizio

in copertina: Cemak, Il caso Lombroso, 2005
un cd audio e un fascicolo di 24 pagine
ISBN 88-87995-88-5
Prezzo € 9,90

Il caso Lombroso

Lombroso nasce nel 1835. La sua fama è legata alla teoria dell’uomo delinquente nato, che reca nel fisico i caratteri che lo differenziano dall’uomo normale e socialmente inserito.
Una patologia fra le altre.

L’interesse di Lombroso per gli emarginati e i folli è presente fin dagli anni giovanili, quando, giovane medico, gira per le campagne lombarde, distribuendo opuscoli, stampati a proprie spese, ai contadini vittime della pellagra. L’interesse scientifico per la delinquenza si pronuncia in Lombroso prima dei trent’anni, osservando le frasi oscene nei tatuaggi dei soldati, che distinguono “il disonesto in confronto all’onesto”.
Nel 1871 ottiene la direzione del manicomio di Pesaro dove vivrà una felice esperienza professionale. In quel periodo propone alle autorità ministeriali la creazione di manicomi criminali destinati agli alienati che delinquono e agli alienati pericolosi.
L’anno dopo rientra a Pavia e inizia gli studi che lo porteranno alla elaborazione della “teoria dell’uomo (e della donna) delinquente”.

Acquista su

logo_ibs

Rassegna stampa

Tra poesia e pinocchio

Tuttolibri – supplemento de La Stampa – 31-12-2005

Ascoltate il poeta nel cd

Il Sole 24 Ore – 04-12-2005

Il caso Lombroso, Salgari, Artusi

la Repubblica – 23-01-2006

Le patologie di un’Italia remota

Corriere della Sera – 22-12-2004

Il caso Lombroso

Libri ribelli – 01-01-2007