Rosselli, Amelia

Amelia Rosselli

Biografia

Amelia Rosselli (Parigi, 1930 – Roma, 1996)
Figlia dell’esule antifascista Carlo Rosselli, dopo l’assassinio del padre e dello zio, ordinato da Mussolini e Ciano, si trasferì in Svizzera e poi negli Stati Uniti. Compì all’estero senza regolarità studi letterari, filosofici e musicali, ultimandoli in Inghilterra, e arrivò in Italia nel 1946.

Si occupò di teoria musicale, etnomusicologia e composizione, cominciò poi a lavorare come traduttrice dall’inglese per alcune case editrici e nel frattempo continuò a dedicarsi a studi letterari e filosofici.
In questi anni cominciò a frequentare gli ambienti letterari romani e gli artisti che avrebbero successivamente dato vita al gruppo 63.

Muore suicida l’11 febbraio 1996.


Titoli