Rapattoni, Marco

Marco Rapattoni

Biografia

Marco Rapattoni (Pescara) studia e si laurea a pieni voti in pianoforte al Conservatorio di Santa Cecilia in Roma e contemporaneamente studia Architettura all’Università di Roma.
Si trasferisce per diversi anni in America e diviene assistente del pianista ungherese Gyorgy Sebok per il pianoforte e di Franco Gulli per la musica da camera. Ha collaborato con famosi caposcuola del concertismo mondiale come Janos Starker e Joseph Gingold. Ha collaborato con l’opera House di Chicago e Bloomington. È stato ospite di numerosi Festival internazionali e ha ottenuto premi internazionali come il premio Liszt e ha rappresentato l’Italia nella Rassegna Pianistica Internazionale “Stampa Sera” nella Sala Grande del Conservatorio di Torino. Quale solista è apparso con prestigiose orchestre Sinfoniche, quali la Filarmonica Rubinstein di Lodz, l’Orchestra Sinfonica Arturo Toscanini, l’Istituzione Sinfonica Abruzzese, l’Opera di Lione e di Radio France per il festival di Montpellier sotto la direzione di Direttori quali Gianandrea Gavazzeni, Massimo De Bernart, Michele Marvulli, James Judd, Thomas Bugaj, Laszlo Somogji. Con la Budapest Chamber Orchestra ha iniziato l’attività di Direttore e solista che tutt’ora prosegue con concerti ed incisioni.

Ha inciso opere di De Falla, Liszt, Bartok e Janacek, specializzandosi in larga parte del repertorio del novecento storico. Ha tenuto corsi e seminari di interpretazioni ed analisi musicale presso prestigiose Accademie nazionali ed internazionali occupandosi specificatamente di semiotica ed ermeneutica musicale. Ha registrato per la Rai e Radio France e ha inciso per l’etichetta “ArKadia” di Milano. È titolare di una cattedra di Repertorio e prassi esecutiva pianistica presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano.


Titoli