Byron, George G.

George G. Byron

Biografia

Lord Byron (Londra, 1788-Missolungi, 1824).

Nel 1807 pubblica la sua prima raccolta di poesie Ore d’ozio, la cui accoglienza negativa della critica ispirò al poeta la sua opera successiva Poeti inglesi e critici scozzesi.
Tra il 1809 e il 1811 fece il grand tour d’Europa ma tornato in Inghilterra non poté restarvi a lungo. Nel 1816, in seguito agli scandali legati alla sua vita sentimentale e matrimoniale, Lord Bayron si vide costretto ad abbandonare per sempre il suo paese. È in seguito a tali fatti che il poeta scriverà una delle sue opere più grandi: Manfred (pubblicato per la prima volta nel 1817), poema che successivamente ispirò le musiche di Schumann e Čajkovskij.

Visse in Belgio, in Svizzera e in Italia, dove soggiornò in diverse città e lavorò, tra le altre opere, all’incompiuta del Don Giovanni.
Nel 1823 si imbarcò per la Grecia, per combattere contro l’Impero ottomano, ma vi trovò la morte pochi mesi dopo il suo arrivo.

Tra le sue opere principali Il Corsaro (1814), Il prigioniero di Chillon (1816), Il lamento di Tasso (1817), Il pellegrinaggio del giovane Aroldo (1818), Sandrapalo (1821).


Titoli

  • Manfred · Carmelo Bene

    George G. Byron, Robert Schumann, con la partecipazione di Lydia Mancinelli.
    Orchestra e coro del Teatro alla Scala